Filo di Scozia il tessuto più amato dalle donne
Filo di Scozia il tessuto più amato dalle donne
Nella maggior parte dei casi è la donna che si occupa della scelta dei capi che il proprio compagno o marito deve indossare. È lei che si preoccupa di abbinamenti, colori e tessuti che lo esaltino. Discorso che vale anche per l'underwear.
L'intimo maschile si sta infatti imponendo come must  e come tale deve rispettare i canoni legati alle tendenze moda ma anche alla comodità. Via quindi le maglie della salute della nonna quelle – per intenderci – dal colore giallo paglierino e in lana che quando si sfilavano provocavano quel rumore elettrizzante un po' da brividi.
Ora a regnare nei cassetti dedicati all'intimo da uomo è il filo di Scozia. Un tessuto che garantisce affidabilità nei lavaggi e durata nel tempo. Il cotone di Scozia è ottenuto da filati lavorati che poi assumono le sembianze della seta. Specie al tatto. Ed è questo uno dei motivi per cui le donne lo amano. Accarezzare una maglia intima in filo di Scozia dona una sensazione di benessere e serenità. L'aspetto che poi non deve essere dimenticato è l'affidabilità dei tessuti durante i lavaggi e nel post lavaggio, quando si ha a che fare con la stiratura.

Calze, slip, boxer e maglie in filo di Scozia possono essere lavate a mano ma anche in lavatrice, dettaglio non da poco per le donne che devono dividere le giornate tra impegni di lavoro, gestione della casa, figli e marito. I capi in filo di Scozia possono essere messi in lavatrice – tra i bianchi se hanno un colore candido o tra i colorati se sono a fantasia o di tonalità diverse – ed essere sottoposti a lavaggi fino a sessanta gradi. I capi in filo di Scozia superano benissimo anche il passaggio in asciugatrice se non si preferisce stenderli a stendibiancheria o appenderli a fili per il bucato. Stirarli prima di riporli nei cassetti è poi una scelta perché i capi in filo di Scozia distendono le loro fibre anche solo con un gesto deciso delle mani. Per le donne invece maniache della precisione niente paura: tutti i capi in filo di Scozia possono essere stirati rinvigorendosi.

La scelta del filo di Scozia per l'intimo maschile opta essenzialmente per tagli classici: si va dalla canottiera a bretella sottile alla spalla larga, senza tralasciare quella più classica a maniche corte con scollo a V oppure paricollo. Quest'ultima può anche essere utilizzata come capo da sfoggiare sotto i maglioni – in cotone e in lana – come t shirt modaiola e utile per tutte le stagioni. Perché il filo di Scozia consente la traspirazione della pelle ed evita che i cattivi odori possano essere avvertiti.
Le fibre infatti coccolano la pelle ed è anche per questo che il filo di Scozia è preferito ad altre tipologie di tessuti per la realizzazione di capi destinati all'underwear. Canottiere, maglie, slip e boxer per esempio sono a prova di allergie: il cotone infatti e ipoallergenico e non sviluppa acari se conservato e non utilizzato per un lungo periodo di tempo.
Il filo di Scozia resta quindi un ottimo alleato per la cura della persona.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Autore : Redazione Donnissima
Dalla gallery
Tu vuoi solo il mio corpo
Sondaggio

Il calciatore più sexy

partecipa al sondaggio e scopri il risultato
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.