Cyber droghe e binaural beats
Cyber droghe e binaural beats
L'ultima frontiera delle cyber drugs è rappresentata dai binaural beats, che consistono nell'applicazione di due frequenze diverse tra un orecchio all'altro che determina la creazione di un campo audio influenzando l'attività bioelettrica cerebrale. A seconda del livello di sincronizzazione indotto sono stati osservati effetti differenti (alterazione del o stato di coscienza, riduzione delle ore di sonno giornaliere, attenuazione della sintomatologia ansiosa, aumento delle capacità di apprendimento) dovute al rilascio di specifici né euro modulatori, quali dopamina e beta-endorfine. Gli scenari contemporanei che la produzione del consumo di sostanze stupefacenti si caratterizzano, ormai da alcuni anni, per l'offerta continua e progressivamente crescente di nuove sostanze di abuso. Oggi attraverso la rete e possibile non soltanto acquisire informazioni molto ampie dettagliate su tutte le sostanze d'abuso vecchie e nuove, le loro caratteristiche, la loro disponibilità degli effetti della loro associazione, ma è anche relativamente facile e poco dispendioso reperirle acquistarle. L'ultima frontiera delle cyber drug è rappresentata dai binaural beats, ovvero stimolazioni a carattere sonoro sulle quali l'attività bioelettrica neurale sincronizza. Tale fenomeno è potenzialmente destinato a soppiantare l'utilizzo delle droghe "tradizionali" sia per l'estrema facilità con cui è possibile procurarsi la dose, sia per il costo che è simbolico o addirittura nullo, sia per l'aspetto ludico che ne sminuisce il carattere di dipendenza. Il fenomeno dei battiti di binaurali è basato sul principio che gli Stati della coscienza siano regolati dall'attività bioelettrica cerebrale trasmessa sotto forma di onde, la cui frequenza varia in relazione alle aree coinvolte. La natura dei battiti binaurali risiede nel fenomeno della risonanza, ovvero nella capacità del cervello di sintonizzarsi alla frequenza di impulsi sonori, visivi o elettrici provenienti da stimolazioni esterne; tale fenomeno è meglio conosciuto come frequency following response.
Tra gli effetti dei battiti binaurali rientrano la stimolazione al rilascio di beta-endorfine, la riduzione delle ore di sonno giornaliere. È stato inoltre osservato una riduzione della sintomatologia ansiosa in seguito alla somministrazione di onde delta, in particolare nel trattamento dell'ansia acuta tre-operatoria. Nel caso in cui la sincronizzazione indotta dai battiti binaurali sia nell'ordine delle onde teta, essi sono in grado di incrementare le capacità di apprendimento. Per ottenere la massima efficacia necessario creare un ambiente confortevole, privo di ulteriori stimoli sensoriali esterni, distendersi e coprire gli occhi per aumentare il grado di rilassamento ed eliminare qualsiasi stimolo visivo. È opportuno anche, durante la somministrazione della dose, mantenere 1° di concentrazione elevato ed evitare qualsiasi tipo di movimento. La diffusione di nuove modalità di comunicazione traverso Internet offre, infatti una vasta gamma di opportunità nello sviluppo di nuove forme di condotte additive, spesso mascherate dall'aspetto ludico della gestione autonoma e priva di controllo.

Articolo scritto da : Dottoressa Silvia Parisi, psicologa e psicoterapeuta Torino
http://www.parisipsicologatorino.com/
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
DONNISSIMA.it © 2001-2020
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.