Estate
Estate
Oltre che del mare, del caldo e delle vacanze, è assodato che l’estate è anche la stagione dei nuovi incontri e dei nuovi amori. Complice è la possibilità di evadere dalla routine più facilmente: si esce e si trascorre all’aria aperta maggior tempo, si ha voglia di frequentare posti diversi che danno occasione di conoscere altra gente e di allargare il giro delle solite amicizie. Probabilmente, però, dipende anche dal fatto che l’inverno, in qualche modo, manda in “letargo” le emozioni che dell’estate puntualmente risveglia, rendendoci più sensibili nell’assaporare il gusto della novità.
Nelle pensioncine si fa comunella al fresco del pergolato dopocena, con i meno giovani che organizzano a briscola; all’estero si cerca la compagnia dei “compaesani” mentre, sotto gli ombrelloni, le mamme fanno amicizie scambiandosi informazioni sull’alimentazione dei loro pargoli e sui pannoloni che li tengono più asciutti. Più smaniosi sono gli adolescenti ed i ragazzi che, una volta chiuse le scuole, non hanno altro pensiero al mondo che quello di divertirsi; così sulle spiagge si formano comitive e le prime cotte bruciano e stordiscono più del sole di mezzogiorno.
Vita dura, invece, per chi dell’abbordaggio ne fa un lavoro o un hobby stagionale e si mette a caccia di avventure facili e senza pretese. Il guaio, per i cascamorti, è che le ragazze di oggi sono disincantate e meno sprovvedute rispetto a quelle di una volta, e se si lasciano “accalappiare” è solo perché lo hanno deciso loro. I ruoli si sono invertiti, insomma, ma gli uomini hanno bisogno di credere il contrario.
Nonostante si calcolino i rischi, comunque, testa non fa rima con cuore e, al chiaro di luna su una spiaggia, si può anche pensare che sia per sempre. E’ che in vacanza si crea un’atmosfera magica, liberi di vedersi in qualunque momento e di rispettare meno regole ed orari, ma la lontananza, i ritmi e le abitudini di vita diverse, ristabiliscono le giuste misure sia alle passioni travolgenti che a quelle tenere dei ragazzini. Ammesso ovviamente che non si tratti del grande amore e che si creda ancora nelle favole. Ad ogni modo, le amicizie ed i flirtarelli estivi sono spesso fuochi di paglia e lasciano il tempo che trovano. Ci si saluta e separa con uno scambio di indirizzi, di numeri di telefono e con la promessa di tenersi in contatto e d’incontrarsi, malinconici, tristi, con gli occhi pieni di pianto, mentre si finisce per ricordarsi dell’altro con due righe di auguri alle feste comandate.
Quella estiva, insomma, il più delle volte diventa un’esperienza da archiviare. E bella, almeno si spera
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
DONNISSIMA.it © 2001-2020
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.