Supermercati, Ipermercati, Discount e spesa, come fare?
Supermercati, Ipermercati, Discount e spesa, come fare?
Fare la spesa può essere un investimento: il risparmio infatti o la spesa in più a seconda di come siamo bravi a scegliere ha una mole ingente, circa 300 euro, ovvero 1400 euro a famiglia mediamente, di differenza, su una spesa completa annua.
A curare la ricerca è stato "AltroConsumo" che ha evidenziato come nelle diverse catene lo stesso prodotto (parliamo di marca in questo caso) possa essere venduto al triplo del prezzo, mentre prodotto analoghi hanno caratteristiche molto simili ma possono essere di prezzo assolutamente diverso, non solo a seconda del marchio, ma anche a seconda della catena di distribuzione.

La famiglia media italiana spende 500 euro al mese per fare la spesa, ben oltre i fantomatici 80 euro di Renzi. Di questi la maggior parte sono per il cibo in quanto gli altri prodotti possono essere acquistati nei negozi di settore.
In Italia in 20 anni la spesa è scesa del 18.4 percentuale, ma molte persone assicurano che anche se spendono meno, comprano di più.

Ci sono differenze non solo tra insegne, ma anche tra categorie: ipermercato, supermercato, discount, hard discount. In questi negozi poi si trovano prodotti di tre tipi, essenzialmente: nazionali freschi, importati o nazionali confezionati di marca, confezionati e freschi di insegna. Il prodotto di marca in linea di massima viene (salvo lanci) proposto a un prezzo appena o molto superiore a quello di insegna, chiaramente.

Quindi la classifica assoluta (che però come vedremo è diversa in alcune città) vede in testa Famila Superstore, Auchan, Ipercoop e Conad Ipermercato per la spesa mista; Esselunga per i prodotti di marca, Aldi ed Eurospin per i prodotti di insegna. Conad per i prodotti promozionali commerciali cioè ritenuti superiori ai discount.

Per la convenienza locale le insegne regionali legate al territorio si difendono ancora bene, mentre per le insegne più note la maggiore diffusione per il concetto di fedeltà ai prodotti è di Auchan, Coop ed Esselunga, per chi non vuol cambiare. Per chi cerca il risparmio ma non vuole rischiare Lidl ed MD.

La lista della spesa non deve passare di moda, e la tentazione delle grandi quantità solo se poi effettivamente si consumano o si regalano, altrimenti diventa uno spreco.(MC).
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
DONNISSIMA.it © 2001-2020
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.