Perché indossiamo gioielli?
Perché indossiamo gioielli?
Per quale motivo psicologico sentiamo il bisogno di indossare dei gioielli? La questione non è di poco conto; addirittura il grande sociologo Georg Simmel nel 1908 ha scritto un saggio sull’argomento, intitolato “Sulla psicologia dell’ornamento”. Nonostante sia passato oltre un secolo, le sue riflessioni sono davvero interessanti e aiutano a capire cosa ci sia alla base di questa esigenza.
Uno degli istinti innati dell’uomo è quello di piacere agli altri, di distinguersi e di farsi notare. Secondo il sociologo tedesco, il senso dell’ornamento è proprio quello di mettere in risalto la propria personalità, guadagnando riconoscimento e ammirazione. Uno scopo egoistico, che però diventa anche altruismo, in quanto l’eleganza è qualcosa “per gli altri”: vogliamo dire qualcosa di noi agli altri, esponendo all’esterno una parte di noi.
Tramite l’ornamento, l’interiorità di una persona diventa visibile e tangibile. Ciò non avviene con gli abiti, ma solo con gli accessori, in quanto si tratta di oggetti sostanzialmente superflui. Mentre l’abbigliamento è qualcosa di indispensabile per coprire il corpo,  il gioiello, proprio in quanto non necessario, è un’emanazione della personalità. In effetti, osservando il tipo di gioielli che la gente indossa, non è difficile arrivare a individuarne il carattere. A seconda del taglio, del lo spessore, del colore e del materiale si intuisce se la persona che lo indossa è estroversa o introversa, timida o sicura di sé, aggressiva o accomodante, all’antica o amante delle novità.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Autore : Cinzia Crinò
Dalla gallery
Spending review
Sondaggio

Il calciatore più sexy

partecipa al sondaggio e scopri il risultato
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.