Scarpe platform: al peggio non vi è fine
Scarpe platform: al peggio non vi è fine
Moda primaverile e scarpe, nei negozi straripano le vetrine di diversi modelli di platform, scarpe che superano i 3 cm di suola, arrivando anche a 5 cm o pure di più. Qualsiasi fisioterapista direbbe di no, ma piacciono.
pazienza che piacciano alle giovanissime, ma anche le meno giovani hanno simpatia per questo modello, che pure in passerella non scherza, imperversa. Dopo le creepers, che si contengono nei 3 cm, sono arrivate queste scarpe di antica memoria militare, sono infatti scarpe adatte solo ed esclusivamente alla palude e al deserto.
Cosa succede al nostro piede se le portiamo in città, dove si cammina su una superficie rigida? Prima conseguenza enormi e orrendi calli. Seconda conseguenza, molto più grave, il mal di schiena. Alla lunga, se portate come scarpa principale, possono anche essere la causa di microdistorsioni e microtraumi.
Avendone coscienza con precisione, nessuno comprerebbe questi oggetti per farne una scarpa per andare a scuola o al lavoro, tutt'al più per uscire, per occasioni particolari, ma a vedere quante sono indossate dal mattino a sera, pare che la tendenza non sia questa.
Dunque modello retrò che piace, da portare con gli abitini o con i jeans ultra skinny. Che dire, la moda dice questo, tuttavia meglio fruirne con parsimonia, anche perché in realtà questa scarpa, per una donna, è sgraziata e trasforma in un orrendo e goffo ranocchio anche la più bella principessa.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
DONNISSIMA.it © 2001-2020
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.