Bella stagione: il casco per la moto
Bella stagione: il casco per la moto
Secondo una recente normativa ECE 22/05 il casco per la moto, in Italia, deve essere omologato, per rispettare il criterio di sicurezza della persona. Tuttavia anche il fattore estetico, preso atto della obbligatorietà del casco e della sua continua presenza, non è da meno. Il casco, sempre restando fedeli al principio della sicurezza, consente di non avere problemi a livello di trauma cranico in caso di caduta, puà anche salvare la vita.

I modelli di casco sono essenzialmente quattro: aperto per la city, chiuso per l'extraurbano o la superbike, bi-mode e da cross. A loro volta i caschi hanno degli accessori che possono essere modificati come il para spruzzo, la visiera, l'occhialetto, i vari legacci e ganci.

La prima cosa da fare per la scelta di un casco è comunque definire il genere che ci serve e in seguito provare la misura e la calzata per capire se va bene per la nostra faccia e testa oppure no. Importante è capire se orecchie e naso riescono a stare comode senza ballare nel casco, ci sono caschi che possono fare male, questo non va bene. Il casco deve essere perfettamente aderente alla testa ma non deve lesionare, stringere troppo o causare una stretta dolorosa.

La mentoniera non deve toccare la bocca e si deve riuscire a respirare, ecco quindi che se il casco non consente di fare questo, dobbiamo per forza cambiare il modello. Anche il tipo di rivestimento interno è molto importante per decidere se va bene o no, teniamo presenti allergie, fastidi, materiali e componenti e anche il calore che sentiamo tenendolo in testa, in alcuni casi se ci pare di soffrire cambiamo il modello.

Va di moda il casco scuro, ma sarebbe meglio scegliere un casco rosso, giallo, insomma colorato, come anche lo stesso vale per il colore della moto. L'arma è a doppio taglio: in strade molto trafficate il colore nero si mimetizza troppo, come il verde e il marrone, viene letto dagli occhi degli altri automobilisti come un non colore. Il grigio non funziona per l'urbano, meglio il metallizzato, anche se per l'extraurbano il metallizzato è causa di abbaglio.

La cosa migliore sarebbero i colori rosso, giallo, fucsia o bianco, magari con delle bande catarinfrangenti per il notturno, mentre se frequentiamo zone supercolorate, ad esempio al mare, sarebbe meglio un casco monocolore semplicemente. Detto questo non resta che scegliere di gusto e mettersi in strada.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
DONNISSIMA.it © 2001-2020
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.