La stanza segreta di Anna Frank
La stanza segreta di Anna Frank

Il 26 gennaio è uscito un libro davvero da non perdere. L'ho comprato e letto tutto d'un fiato e vi scrivo di cosa parla.

L’orrore dell’Olocausto nello scioccante racconto di due adolescenti.

Nemmeno la più tremenda delle persecuzioni può impedire di amare.
Amsterdam, 1944. Peter, un giovane ebreo, per sfuggire alle persecuzioni naziste è costretto a nascondersi in un rifugio segreto insieme ai genitori e alla famiglia Frank. Per quelle otto persone rinchiuse in uno spazio angusto, l’esistenza è monotona e lenta, segnata della paura che piano piano si impossessa di loro. Unica luce nel buio dell’“Alloggio segreto” è Anna Frank: lei, infatti, vivace e arguta, tutta presa dalla scrittura del suo diario, non si lascia vincere dalla disperazione. Senza più contatti con il mondo esterno e privati della propria libertà, lei e Peter si confrontano, superano l’iniziale diffidenza e finiscono per innamorarsi, riuscendo a vivere, nonostante tutto, i turbamenti della loro età. Con uno stile diretto e penetrante, Peter consegna a queste pagine, come in un unico flashback, i ricordi del suo incontro con Anna, dai primi giorni d’isolamento fino agli istanti prima della propria morte, testimoniando, ancora una volta e con gli occhi di un ragazzo, l’orrore dell’Olocausto.

Tra realtà e finzione, la storia di Anna Frank raccontata dalla voce di Peter, suo compagno di prigionia.


Un grande successo internazionale. Tradotto in 10 paesi

«Mostrando abilità sia nel far rivivere la storia che nell’immortalare la voce di un adolescente in cerca della propria identità, Sharon Dogar ha scritto un romanzo intenso e sconvolgente.»
Publishers Weekly

«Una ricostruzione scrupolosa, commovente, elegante e delicata.»
The Guardian

«La stanza segreta di Anna Frank aggiunge qualcosa di superbo alla letteratura sull’Olocausto, e non dovrebbe essere dimenticato. I lettori saranno illuminati e profondamente scossi.»
School Library Journal

 

Nicla

Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
DONNISSIMA.it © 2001-2021
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.