Il pupazzo di neve del santo bevitore, in bicchieri di plastica
Il pupazzo di neve del santo bevitore, in bicchieri di plastica
Creare il pupazzo di neve invernale anche se la neve non c'è o se a causa del caldo non si riesce a costruirlo in modo che rimanga per un po' di tempo è comunque possibile, armiamoci di santa pazienza, creatività e fantasia e costruiamo insieme il pupazzo della neve del santo bevitore, costruito con i bicchieri di plastica che si usano anche per bere il vin brulé.
Servono: spillatrice e spille, nastro isolante trasparente, due pacchi di bicchieri di plastica bianchi o trasparenti. Un tubetto di colla bostick, cartoncino colorato, due bottoni, una sciarpa, una scopa vecchia e un cappello.
Procediamo con la prima parte della costruzione, la più difficile: dovremmo realizzare due palle, una piccola per la testa e una grossa per il corpo, tuttavia proporzionate.
Cominciamo incollando i primi 5 bicchieri della base del collo (della testa) del pupazzo, facendo aderire i dorsi dei bicchieri su un lato e creando una specie di fiore che converge, deve venire una palla.
Uniti i primi 5 bicchieri con il nastro isolante provvediamo immediatamente a dare una pinzata per tenerli bene saldi tra loro, procediamo ora a costruire una corona intorno al fiore, sempre procedendo in modo che si prefiguri una palla: i bicchieri dovranno essere posizionati con il fondo verso il centro e con l'apertura verso l'esterno.
Procediamo sempre a corona, ultimando la corona e ricordandosi sempre di incollare i bicchieri con il nastro isolante e anche impinzandoli tra loro sul dorso di contatto, dovranno stare ben saldi anche contro il vento e eventualmente la neve o la pioggia.
Procediamo fino a che avremo raggiunto il diametro desiderato per la testa. Quindi ricominciamo a costruire la testa a partire dall'altra parte del capo, fino a che arriveremo a un diametro pari alla metà precedente. Finita la prima parte del lavoro saldiamo la nostra palla della testa del pupazzo e avremo finito la prima parte del nostro lavoro.
Procediamo quindi allo stesso modo per la costruzione del corpo, tenendo presente che il corpo per proporzione dovrà avere circa il doppio del diametro della testa, perché il pupazzo risulti carino. A ultimazione della seconda palla, possiamo procedere per unire la testa al corpo del pupazzo di neve, saldandolo sempre bene con la pinzartice. Siamo alla fine della seconda parte e il nostro lavoro è quasi ultimato.
Ora non resta che decidere come ancorare al suolo il nostro bel pupazzo, in modo da dargli un peso che lo renda stabile. La migliore delle opzioni è di incollarlo saldamente a una superficie di legno, con la colla attaccatutto, avendo cura di rimuoverlo se dovesse presentarsi un momento di cattivo tempo .. il nostro omino della neve infatti, sopporterebbe qualche fiocco di neve, ma non certo una tempesta.
Procediamo poi all'incollatura a piacere di cappello, bottoni per gli occhi e cartoncino per il naso e per la bocca. Per finire piantiamogli di fianco una scopa di saggina, la simpatia è garantita.
Note: la decorazione è consigliata per zone riparate oppure all'interno della casa, si può rendere ancora più natalizia se alla base mettiamo ghirlande e una fila di lucine natalizie intermittenti, sarà favoloso.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Dalla gallery
Donna facile
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.