ricama a intaglio
ricama a intaglio
IL ricamo a intaglio . Io ho imparato a ricamare grazie agli insegnamenti della nonna , il  ricamo vero e proprio nacque inizialmente per imitare i meravigliosi capolavori veneziani, merletti e ricami molto pregiati eseguiti dalle donne per impreziosire la biancheria delle nobili signore della società. Questo tipo di ricamo, risultò in quel periodo accessibile anche al medio e basso ceto perché meno costoso rispetto alle trine veneziane, che si erano diffuse in tutta Europa intorno all'Ottocento. Se avete voglia di imparare, questa guida vi insegnerà come realizzare il ricamo a intaglio Il ricamo è un'arte molto antica che si tramanda di generazione in generazione. Il ricamo ad intaglio è una particolare tecnica conosciuta anche con il nome di "Guipure" e rappresenta sicuramente il ricamo per eccellenza. Si tratta di un'arte diventata molto popolare tra il XVI e il XVII secolo, ed ancora oggi continua ad essere di gran moda. Il lavoro viene eseguito tono su tono, su tessuti di lino bianco con fili di ricamobianchi o con lini di colore avorio e fili di ricamo avorio: il ricamo a intaglio è utilizzato per decorare sia la biancheria per la casa che gli indumenti .



Per realizzare il ricamo ad intaglio occorre avere a portata di mano ,ago , filo ,stoffa di lino o cotone; molto compatta .Per l'esecuzione di questo ricamo sono necessari oltre all'ago da ricamo, di spessore proporzionato a quello del filato e sempre a punta aguzza; occorrono forbicine affilate diritte e ricurve. Il telaio non è necessario, ma si può stendere una carta cerata sotto il tessuto in modo che, aderendo leggermente alla carta, questo possa restare più teso.l primo passo per effettuare il ricamo, è quello di riportare il disegno sulla stoffa.
Una volta riportato il disegno, si procede a delimitare il contorno del motivo a punto filza. I punti devono essere eseguiti in modo regolare per avere un risultato finale uniforme e omogeneo. Quando si incontra una barretta dei punti a filza realizzati precedentemente, si lancia il filo sul lato opposto; fermandolo con un piccolo punto.  Si ripete poi questo movimento in modo alternato per tre volte, ottenendo tre fili ben tesi. 

A questo punto, occorre ricoprire i fili lanciati con il punto festone; e proseguire con il punto filza lungo i contorni fino ad incontrare la berretta successiva. Il punto festone, è il punto più importante che è necessario conoscere per realizzare il ricamo ad intaglio; infatti esso serve per eseguire bordi decorativi e contorni. Il punto festone deve essere eseguito con punti molto fitti e compatti fra loro, in modo che il lavoro risulti ben consistente ai


Per terminare il ricamo, è ora necessario tagliare con molta cura il tessuto sottostante le barrette e lungo la costina del punto festone. È importante fare attenzione che la costina del punto festone, si trovi sempre rivolta verso la parte di tessuto da tagliare.

Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Autore : Ghida Irpo
Dalla gallery
Cercasi appartamento
Sondaggio

Il calciatore più sexy

partecipa al sondaggio e scopri il risultato
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.