Natale: che cosa preparare per i figli?
Natale: che cosa preparare per i figli?

I bambini nel periodo pre – natalizio sono spesso in gara tra di loro, per una questione di naturale competizione tra coetanei, al punto di arrivare a delle vere e proprie mini sfide per conquistare i genitori e per avere il regalo più bello (o spesse volte uguale) a quello dell'amichetto. Specie in questi anni, in cui l'acquisto in fin dei conti può anche essere un facile modo per liberarsi della insistenza del chiedere dei bimbi, è importante che il genitore riesca ad anticipare le mosse del proprio bimbo, per evitare di assecondarlo direttamente, portandolo da una parte a una gratificazione a breve termine, ma dall'altra a un cattivo modo di percepire il dono, come se fosse insomma un fatto scontato.

La prima buona cosa dunque da fare capire al figlio, dagli zero in su .. è che non è scontato ricevere un regalo a Natale che corrisponda alle precise richieste della classica letterina a Babbo Natale. Servono dei requisiti, qualcosa in cambio, che sia anche impegnativo per il bambino, ma non troppo pesante. Insomma un impegno che sarà ricambiato con un dono. Sembra una banalità, ma aiutare il figlio ad apprezzare prima di tutto il dono, specie da piccolo, è molto più importante che non assecondare immediatamente delle richieste esplicite.

E' ovvio però che non si può soprassedere completamente ai gusti del proprio bambino e della propria bambina, perché la spesa in un giocattolo o in un oggetto o in un accessorio arriva spesso a levitare, anche di molto (piccoli regali o grandi regali che partono da almeno 60/70 euro per arrivare in alcuni casi anche ai 250/300 euro). Dunque vediamo se ci sono degil stratagemmi perché Babbo Natale sia aiutato a scegliere qualcosa che sia adatto, ma che non sia “prenotato” e scontato.

Alcune linee guida utili al regalo di Natale sono le solite: il dono deve in qualche modo essere condiviso, per vivere lo spirito natalizio nel modo giusto, quindi prepariamoci a una giornata a ridosso del Natale, dedicata al gioco, in cui papà e mamma passeranno del tempo usando insieme al proprio bimbo il regalo .. per rafforzare il senso del donare. Quindi non meravigliamoci se il 27 dicembre sarà un giorno dedicato interamente alle automobiline, al mini pc, alle bambole o a un gioco in scatola .. un regalo consegnato e lasciato al bimbo, solo a se stesso, è come un dono mai dato!

Consigli e strategie per arrivare a scegliere un regalo adatto senza fatiche:

Per i bambini più grandi è meglio frequentare la città in una domenica di dicembre, andando per vetrine: questo può essere un modo per riuscire a vedere che cosa piace a nostro figlio. Il bambino andrà in tutte le possibili direzioni per cercare qualcosa che gli piace, tuttavia questo piccolo trucco è perfetto per capire quello che il bambino realmente vuole, in modo che non sia deluso nelle sue mille aspettative.

Per i bambini più piccoli può essere divertente costruire il dado del dono, che è un altro modo per coinvolgere un altro settore di interesse del figlio, le mille pubbilcità che vede nei volantini di casa e sui giornali, che possono essere usate per costruire un dado di cartone, su cui il nostro bimbo incollerà per ciascuna faccia il dono che vorrebbe ricevere. Potremmo inventarci poi qualcosa di carino per spiegare al bimbo che il dado sarà usato per scegliere uno dei doni .. dando merito o demerito al caso sulla scelta finale di Babbo Natale.

Ci sono poi quei bambini che desiderano avere per forza il regalo uguale a quello dell'amichetto, punto dolente, specialmente se il regalo è particolarmente costoso o se si tratta di qualcosa che non vogliamo comprare affatto a nostro figlio. In questo caso, che spesse volte si presenta, sta a noi riuscire a capire il motivo per cui al bambino piace il regalo dell'amico, cercando di deviarlo su qualcosa che sia più adatto al suo carattere, ma senza insistere troppo.
Tanti o pochi regali? Un altro bel dilemma da risolvere. Ci sono bambini che preferiscono ricevere pochi regali e preziosi, altri che invece sono più felici se ricevono tanti piccoli regali e più differenziati. Anche in questo caso si tratta di una scelta dei genitori. Riuscire a “far passare” Babbo Natale da zii e nonni può essere d'aiuto per risparmiare economicamente, “scaricando il peso” del dono .. un pacco sotto l'albero ha un fascino più romantico che non un regalo consegnato a mano, per cui lo stratagemma di distribuire i regalini in diverse case può essere buono per creare una atmosfera di suspence e tirarci fuori dal pasticcio di non aver potuto comprare il regalo che il nostro bimbo voleva (MC).

Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Autore : Martina Cecco
Dalla gallery
Rapporto col computer
Sondaggio

Il calciatore più sexy

partecipa al sondaggio e scopri il risultato
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.