Poesie e racconti: Poesie · Racconti · Riflessioni · Storie di donne
Le patologie del paesaggio
Le patologie del paesaggio
Il paesaggio costituisce una entità vivente, un sistema biologico, che come tale va incontro a trasformazioni del proprio stato.
Le trasformazioni possono essere naturali o a causa di interventi artificiali. Quando le trasformazioni compromettono la funzionalità  del sistema, determinano un’alterazione dello “stato di salute” (insorgenza di un’alterazione patologica), in maniera analoga a quanto avviene in medicina. Questo stato di alterazione si manifesta con un insieme di sintomi, chiamato sindrome.
Il paesaggista Vittorio Ingegnoli ha definito “ecoiatri”, cioè “medici dei sistemi ecologici”, gli operatori che intervengono sul paesaggio come curatori dei sistemi ecologici.
Lo studio delle sindromi patologiche del paesaggio è necessario, con l'aiuto degli strumenti di diagnosi, per determinare un'opportuna terapia e, soprattutto, per definire gli strumenti di prevenzione.
Le principali sindromi patologiche del paesaggio sono:
 Alterazioni strutturali
 Alterazioni funzionali
 Sindromi di trasformazione
 Perturbazioni catastrofiche
 Degradazioni da inquinamento
 Sindromi complesse
Questo complesso di fenomeni patologici porta ad uno stato alterato del paesaggio, che comporta l'insorgere di diversi fenomeni negativi, come:
- l’indebolimento strutturale,
- l'aumento della fragilità del sistema,
- il richiamo di grandi infrastrutture stradali e di zone industriali in campagna,
- l’aumento della frammentazione del paesaggio.
Alla fine di questo insieme di trasformazioni il paesaggio assume uno stato stravolto, e sì verifica una diminuzione della produzione agraria, cioè un esito apposto alla causa principale dei cambiamenti sopra descritti.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
DONNISSIMA.it © 2001-2021
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.