Poesie e racconti: Poesie · Racconti · Riflessioni · Storie di donne
Differenza tra la rugiada e la brina
Differenza tra la rugiada e la brina
Differenza tra la rugiada e la brina

La Rugiada
Quando la temperatura diminuisce fino a che l'umidità relativa arriva al 100% si raggiunge il punto di rugiada.
In queste condizioni, che avvengono generalmente durante le notti con forte escursione termica, il vapore acqueo presente nell'atmosfera condensa sulla vegetazione e sul suolo formando la rugiada.
Nella stagione calda, la rugiada si forma per lo più su superfici che meno risentono del riscaldamento del terreno, come erba, foglie, tetti. Non deve essere confusa con la guttazione, che è il processo con cui le piante espellono l'acqua in eccesso.
La brina
In meteorologia la brina è una forma di precipitazione atmosferica che consiste in un deposito, al suolo o su oggetti, di ghiaccio granuloso dall'aspetto cristallino a forma di scaglie o aghi che si forma per brinamento del vapore acqueo presente nell'atmosfera terrestre.
Quando la temperatura è inferiore a 0 °C si forma la brina attraverso il processo di brinamento, il passaggio diretto dallo stato gassoso allo stato solido, senza passare per lo stato liquido.
La brina da irraggiamento è la più comune in Italia e si forma soprattutto su superfici che tendono a disperdere calore: è frequente soprattutto durante le notti invernali con cielo sereno e calma di vento, condizioni che favoriscono la dispersione del calore.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
DONNISSIMA.it © 2001-2020
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.