Mimo: un lavoro difficile per intrattenere la gente in strada
Mimo: un lavoro difficile per intrattenere la gente in strada
Mimi e statue viventi: sono tutti veri artisti? Stanno fermi per strada per molto tempo, in alcuni casi più di 4 ore consecutivamente, interpretando scenette mute e facendo ridere i passanti con le loro performances. Sono dipinti in monocromo e anche il viso deve essere coperto di colore, perché la espressività è un fatto della mimica e non dei tratti somatici. Non parlano, eppure comunicano benissimo.

Ecco he questa volta, viaggiando sempre tra le strade della capitale, alla ricerca di nuovi spunti per parlare di cultura, è capitato di imbattersi in uno dei più antichi mestieri artistici che esista: il mimo di strada, appunto.

Sono mimi tutti gli artisti di strada che indossano completi neri o bianchi, hanno il viso pitturato e recitano delle pose silenziose, come sono mimi i clown e i pagliacci silenziosi, che fanno ridere i bambini giocando tra improbabili posizioni e scenette divertenti.

Tra questi non tutti sono dei mimo di professione, alcuni sono persone che svolgono questo lavoro per sbarcare il lunario e per queste ultime persone, coloro che sono assunte a nero per creare animazione e raccogliere soldi in modo diverso che con la elemosina, vi è attualmente divieto e restrizione per lavorare.

Insomma .. gli artisti possono esibirsi, mentre gli sfruttati no, ed era doveroso, per gli uni e per gli altri.
I mimo che vediamo in strada sono persone che svolgono questo lavoro e hanno studiato per svolgerlo, interpretano scenette a tratti tristi a tratti divertenti, che sono preparate sulla base di un racconto immaginario.
La scenetta di un mimo in genere si svolge in 5/6 minuti, due o tre posizioni per parlare in silenzio. Nel nostro caso il mimo giocava con i passanti a fare il pistolero e credeteci, è stato divertente.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Autore : Martina Cecco
Dalla gallery
Fiducia nella politica
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.