Ti vorrei sollevare
Ti vorrei sollevare
Ti vorrei sollevare…
Quando mi alzo la mattina, vorrei sollevare come un culturista fa con i pesi, tutti i pensieri limitanti che mi portano a “restare qui” in questa casa e ad avere la convinzione che tutto o tutti siano meglio di me là fuori…
Quando mi guardo allo specchio e vedo un volto radioso, luminoso e genuino…Mi chiedo perché siano proprio persone come noi (quelle che pensano la nostra vita non è invano se può aiutare persino una farfalla a prendere il volo) ad essere state scelte per “farsi carico” dei dolori del mondo.
Dolori che purtroppo non possiamo vincere in nome di persone diverse da noi, possiamo solo combattere per noi stessi consapevoli che passo dopo passo anche chi ci ama potrà migliorare la sua condizione… Il nostro piccolo grande mondo fatto da eventi usuali, abitudinari, o eventi di scarsa importanza per chi non ci conosce, rappresenta la nostra prima sfida.
Si tratta di una sfida con noi stessi e con i nostri limiti, si tratta di una sfida che ci vede protagonisti, liberi di scegliere se essere sconfitti o uscirne vittoriosi…
Come nella famosa storia epica di Teseo e Arianna, quel filo rosso che ci permette di ritrovare la via di uscita e che ci porta a salvarci dal minotauro… Non è nient’altro che la nostra capacità di decidere e determinare la vittoria ogni giorno della nostra vita.
Non è semplice e non è facile, richiede fatica, sacrificio, impegno, determinazione, ma vale la pena di provare perché un giorno potremo dire che ci siamo riusciti e che non ci siamo lasciati andare…
Quando la mattina mi alzo, mi guardo allo specchio e comincio la giornata dominata da una grande insoddisfazione senza sapere perché, mi siedo, recito daimoku e magicamente il mio stato vitale si alza e capisco che passo dopo passo sto vincendo le mie paure e un giorno potrò davvero essere di supporto e di aiuto per chi come me vuole cambiare, vuole amare davvero ed essere amata ma ha troppa paura per farlo…
Stamattina mi sono alzata con una canzone di Elisa “Ti vorrei sollevare” …Perché la mia anima sa che abbiamo cominciato un viaggio, un cammino che si chiama “amore”.
Mi piace chiudere questo articolo con queste parole prese proprio dalla canzone ” Ti vorrei sollevare”…Perché credo che proprio oggi la mia anima mia abbia voluto comunicarmi che ho cominciato davvero ad amarmi!
Quando ci chiediamo “cosa siamo venuti a fare e cos’è l’amore” è proprio in quel preciso istante che la nostra luce comincia a splendere e ad indicarci la via esattamente come le stelle per i marinai…E quando questo processo ha inizio allora tutto è possibile…
Grazie e…Al prossimo articolo!
“…quando persi sotto tante stelle
ci chiediamo cosa siamo venuti a fare
cos'è l'amore
stringiamoci più forte ancora
teniamoci vicino al cuore… “
 

Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Autore : Fabia Tonazzi
Dalla gallery
Uomo, non ti incazzare, rilassati! Tanto l'universo non sa nemmeno che esisti
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.