Il Ketchup era in origine una salsa curativa
Il Ketchup era in origine una salsa curativa
La salsa rossa a base di concentrato di pomodoro che usiamo per le patatine e per le cotolette è nata come medicina. A pensare che il pomodoro potesse avere effetti benefici sulla salute come curativo era un medico, John Cook Bennet, che a metà '800 decise di pressare il principio del ketchup in pillole e dosarlo per curare la diarrea, l'indigestione e l'ittero. La medicina era stata inventata nell'Università di Ohio, ma ben presto terminò la sua fortuna terapeutica.

In realtà la salsa originale era un potente astringente ma non aveva alcuna capacità curativa, con il tempo, aumentando la concentrazione del pomodoro, si perse anche la capacità e fu lampante che anzi, l'effetto, poteva essere il contrario.

Per semplice credenza però, visto che il pomodoro non era visto da tutti di buon occhio, lo si credeva tossico, ci volle molto tempo per arrivare a definire che il Ketchup è "solo" una salsa.

Il pomodoro crudo resta comunque un ottimo antiossidante, un buon alleato vitaminico, con poche calorie, molta acqua e molto potassio, potrebbe essere un alimento consigliato per chi seguisse una normale dieta dimagrante anche per le proprietà anti invecchiamento, ma anche se la sua componente acida permette da una parte di aver la ragione su certi tipi di batteri, crudo, non mantiene queste proprietà in salsa dove - al contrario - qualora non sia conservato ben bene, può fare l'opposto e può essere veicolo di muffe e di altre tossinfezioni (MC).
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Dalla gallery
Correre dietro le donne in tempo di crisi
Sondaggio

Il calciatore più sexy

partecipa al sondaggio e scopri il risultato
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.