Cellule staminali: il 50 percento degli italiani non sa cosa sono
Cellule staminali: il 50 percento degli italiani non sa cosa sono
Un italiano su due non conosce parole come conservazione cordone ombelicale o cellule staminali. Informazioni poco chiare o termini completamente sconosciuti: il 50% degli italiani è impreparato di fronte al tema delle cellule staminali cordone ombelicale e della possibilità di conservare tali cellule.  Sono questi i risultati di una ricerca condotta da ISPO Ricerche per Assobiotec, l’Associazione italiana per lo sviluppo delle biotecnologie. Vediamo nello specifico i risultati del sondaggio: il 48% degli intervistati ha dichiarato di non conoscere esattamente cosa sia la conservazione del sangue cordonale. Una percentuale preoccupante, a cui va aggiunto un ulteriore 29% del campione che ha affermato di averne solamente sentito parlare, ma di non conoscere la differenza tra la conservazione e la donazione.

C’è poi molta confusione in merito alla classificazione dei vari tipi di cellule staminali: l’82% degli italiani sottoposti all’intervista confonde le cellule staminali cordonali con quelle embrionali; l’81% del campione sostiene inoltre che i problemi di natura etica spesso ripresi dai media riguarderebbero proprio le staminali del cordone. I soggetti intervistati costituiscono un campione rappresentativo di seicento persone, con un’età compresa tra i venti e i quarantaquattro anni. Un’età che dovrebbe portare questi individui ad essere più informati sul tema perché è proprio in questo periodo che generalmente si hanno figli.

Conoscere la possibilità di conservare le cellule staminali contenute nel cordone ombelicale, conoscere la differenza tra staminali cordonali ed embrionali, sapendo che le prime sono libere dai problemi di natura etica di cui spesso si sente parlare, sono nozioni che meriterebbero una maggiore diffusione. La diffusione di queste informazioni è auspicabile anche per evitare che, come accade in Italia, il 97% dei cordoni ombelicali sia gettato tra i rifiuti biologici, senza conservare il prezioso carico di cellule staminali presenti all’interno.

È importante dunque impegnarsi  per diffondere maggiore consapevolezza sul tema ed informare le coppie che stanno per diventare genitori sull’opportunità di conservare le cellule staminali del cordone ombelicale scegliendo una procedura semplice e sicura, eseguita subito dopo la nascita del piccolo.

Per avere maggiori informazioni sulla conservazione del cordone ombelicale vi segnaliamo un breve video informativo che spiega i passi fondamentali che una coppia in attesa di un figlio dovrà compiere per conservare le cellule staminali cordonali del nascituro.
Soli due minuti e mezzo per apprendere tutte le informazioni basilari sul tema, disponibile a questo link.

Per ulteriori informazioni visita www.sorgente.com
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Autore : Redazione Donnissima
Dalla gallery
Coppia perfetta
Sondaggio

Il calciatore più sexy

partecipa al sondaggio e scopri il risultato
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.