Aceto di mele: scopriamo i suoi benefici e come utilizzarlo
Aceto di mele: scopriamo i suoi benefici e come utilizzarlo
L’errore che spesso viene fatto è quello di non lasciarsi incuriosire da alcuni prodotti come gli aceti, negli anni realizzati di diverse tipologie per via delle loro proprietà e dei loro benefici sulla salute, oltre che per via dello sprint che donano ad alcuni piatti.
Tra questi spicca sicuramente l’aceto di mele ottenuto dalla fermentazione alcolica ed acetica di mele mature che con la sua purezza, delicatezza e profumo intenso è uno degli alimenti migliori per l’organismo e al tempo stesso per il palato.

L’aceto di mele, infatti, ha dei benefici straordinari sull’organismo, tra questi evidenziamo sicuramente la sua capacità di combattere l’affaticamento dissolvendo l’acido lattico, oltre che la capacità di alleviare dolori articolari per la presenza di acido malico e la sua ricchezza in triterpenoidi contrasta la proliferazione delle cellule tumorali.

L’aceto di mele è inoltre famoso per prevenire i danni derivanti dai radicali liberi e per questo grande alleato nel contrasto dell’invecchiamento cellulare, oltre che delle diete perché in grado di bruciare i grassi in eccesso andando a stimolare il metabolismo.
Se a questo punto vi starete chiedendo come utilizzarlo in cucina sappiate che il suo gusto delicato vi permette di utilizzarlo come condimento a crudo su insalate miste, verdure carni e pesci cotti a forno o arrostiti, perché non copre il gusto di quello che si sta mangiando.
Come per ogni cosa, evitate di farne un uso eccessivo per via dell’effetto aggressivo su denti e bocca.

Aceto di cocco: proprietà e benefici
Un’altra variabile interessante tra gli aceti presenti in commercio è sicuramente l’aceto di cocco che può essere utilizzato in numerose ricette.
Tra le sue proprietà e benefici troviamo la presenza di fruttoligosaccaridi che sono in grado di favorire la crescita della flora batterica prevenendo così infiammazioni ed infezioni intestinali, di aumentare i livelli di colesterolo buono e abbassare la concentrazione di glucosio nel sangue, divenendo un buon alleato di chi è diabetico.
Nonostante questo sia più calorico di altri aceti, questo contiene calcio e magnesio, oltre che potassio, vitamina C e del gruppo B, sostanze preziose per l’organismo e per questo particolarmente adatto ad anziani e donne in menopausa.
Anche questo può essere utilizzato per condire le insalate, ma anche per le grigliate e le marinature oltre che con la frutta.

Aceto bio di melograno: i benefici
L’aceto di melograno deriva dalla lavorazione del solo succo di melagrana attraverso la fermentazione alcolica, oltre che successiva acetificazione e filtrazione.
Tra i motivi per cui acquistarlo ed utilizzarlo ci sono benefici molto simili ai due aceti fino a qui presentati, con l’aggiunta della capacità di ridurre l’accumulo di grasso addominale, quella di migliorare i livelli dell’ormone della fame.
L’aceto biologico di melograno aiuta inoltre il fegato a disgregare i grassi ed è in grado di rafforzare il sistema immunitario. Anche questo contiene vitamine B, K, C oltre che antiossidanti e per questo vi consigliamo di diluirlo in acqua tiepida al mattino o quando si sta svolgendo attività fisica in modo da recuperare in modo veloce e naturale i Sali minerali.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
DONNISSIMA.it © 2001-2022
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.