Giusy Scattarelli Ti chiamerò acquamarina
Giusy Scattarelli Ti chiamerò acquamarina

Oggi voglio presentarvi un'autrice eccezionale, Giusy Scattarelli che recentemente ha pubblicato con la Florestano edizioni il libro "Ti chiamerò acquamarina". 

Conosciamola meglio...

1. Cosa diresti a chi non ti conosce e vede per la prima volta il tuo libro promosso sul web o in libreria? Perché dovrebbe sceglierlo tra tanti?

A chi non mi conosce mi presenterei ammettendo candidamente d’essere un’absolute beginner, ma consiglierei di leggere il mio libro perché potrebbe gustarsi una storia fresca, che dà di estate e prime cotte, narrate con un po' di humour e buoni sentimenti. Una lettura complessivamente distensiva, insomma, che però non disdegna di trattare temi profondi ed importanti come l’amicizia e l’amore, vissuti da giovani in un arco di tempo di quattro anni, dai quindici ai diciott’anni.

2. Chi è Marta?

Marta è uno dei personaggi del mio libro che amo di più, il più positivo.  È il mio modello ideale, e rispecchia la parte migliore di me, l’allegria e l’ottimismo, la voglia di saltare subito gli ostacoli per poter continuare la mia corsa. Mi presento, sono Giusy Scattarelli e provengo da una bellissima famiglia in cui sono la più piccola: ho avuto tutto il tempo per assimilare e credere fermamente nei valori che mi sono stati insegnati, specialmente l’onestà, la correttezza, l’amicizia e l’amore verso gli altri. Ho studiato al liceo classico Quinto Orazio Flacco, che ha aperto la mia mente e ha fatto nascere tutte le mie passioni, poi mi sono laureata in Giurisprudenza, ho lavorato come impiegata in una società finanziaria per qualche tempo; poi a causa di varie vicissitudini ho scelto di dedicarmi alla famiglia, non rinunciando a coltivare le mie passioni ed i miei hobbies.

3. Il tuo lavoro, la tua vita privata quanto hanno influenzato il momento in cui hai detto: “Da oggi Scrivo!”?

Quando lavoravo, pensavo costantemente che la vera passione della mia vita sarebbe stato scrivere, per proiettarmi in un mondo dove potessi essere quella che ero realmente. Il mio lavoro oggi è in casa, tra i miei cari, e la tranquillità della mia vita privata ha permesso che finalmente realizzassi il mio sogno: ho cominciato a scrivere racconti tempo fa, poi li ho riposti nel cassetto, forse perché non credevo abbastanza in essi ed in me stessa. Solo recentemente, durante la particolarissima situazione del lockdown, ho avuto una bella ispirazione ed ho capito che scrivere poteva essere qualcosa di serio, ascoltare una mia aspirazione che chiedeva a gran voce di essere realizzata.

4. Che tipo di messaggio vuoi trasmettere con i tuoi libri?   
Credo, fino a prova contraria, di essere una persona piuttosto semplice e autentica: per questo mi piacerebbe trasmettere attraverso il mio libro l’invito ad essere più semplici e autentici, di fermarsi un attimo a pensare se non sia il caso di rivolgersi a ciò che conta veramente nella vita: gli affetti, l’amicizia e l’amore. 

Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
DONNISSIMA.it © 2001-2021
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.