Lavori domestici: come cambiano i tempi
Lavori domestici: come cambiano i tempi
Il lavoro domestico un tempo era un fatto quasi esclusivamente dovuto dalle mamme, non appena grandicelle la mansione passava alle figlie maggiori, che contiuavano poi a passare il testimone fino a che il "matriarcato" italiano non aveva un equilibrio sostenibile per "mandare avanti la baracca".

Col tempo sono cambiate le abitudini, il lavoro fuori casa è diventato un impegno quotidiano, le mamme non hanno più il ruolo principale di svolgere le mansioni domestiche, anche i mariti aiutano e i figli non possono essere sostitutivi delle mamme poiché la scuola, lo sport, gli impegni, costituiscono anche per i giovani un fardello non da poco.

Tuttavia esiste una possibilità. Un fatto che non ha a che fare con le varie pubblicità della Barilla o della Voiello (che non c'entra nulla ma la citiamo per pari opportunità).

Lontano dalle polemiche. Guardiamo la realtà di fatto: poco tempo, tante cose da fare e una società più esigente, perché se i compagni di scuola arrivano a studiare a casa e la casa è sporca il figlio sarà penalizzato ed etichettato per sempre.

Dunque i lavori domestici, tra i quali intendiamo la pulizia, lavaggio dei piatti, avvio delle lavatrici, spesa e riordino delle bollette, è un lavoro che possono fare a partire dai 7/8 anni anche i bambini. Prima è una attività francamente inutile dal punto di vista educativo, perché carica di emotività il bambino e lo coglie impreparato .. cosa è l'ammorbidente, perché i detersivi sono in polvere o liquidi, al postino si deve sempre aprire? Sono domande che a un bambino di età inferiore alla scolare non danno risposte utili per la sua crescita, ma diventano imperativi. Dannoso.

Come fare: redigere una lista mensile delle mansioni da svolgere, preparare un bel calendario, distribuire le piccole mansioni quotidianamente (aiutare per i piatti, rientrare lo sporco dal pavimento dopo i pasti, portare la spazzatura controllando la differenziata) a tutti i membri della famiglia "più piccoli" e programmare di volta in volta con delle X segnate sul calendario le mansioni più pesanti (partenza e ritiro lavatrice, lavaggio dei pavimenti, fare la spesa) scegliendo poi un paio di giorni al mese in cui si procede al riordino delle rispettive stanze in uno e delle stanze comuni l'altro.

Come far funzionare il sistema? Cercando di rispettare per primi i calendari, non sostituendosi ai figli e cercando di non mancare gli appuntamenti .. il giorno dedicato alle pulizie è fissato e sacro, se arrivassero ospiti entrano nel menage .. per cui parola d'ordine serietà .. la naturalezza nel dar una mano in casa arriverà insieme alla crescita e alla maturità dei nostri figli/compagni/coniugi.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Dalla gallery
Tutti su Facebook
Sondaggio

Il calciatore più sexy

partecipa al sondaggio e scopri il risultato
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.