Patereccio o giradito: come intervenire subito al naturale
Patereccio o giradito: come intervenire subito al naturale
Si chiamerebbe patereccio, ma in realtà siamo tutti abituati a chiamarlo "giradito": si tratta di una dolorosissima e fastidiosissima infiammazione della zona che va dalla falange estrema versu l'unghia, della mano o del piede. Il dito si infiamma, si arrossa, è dolente, a volte diventa violaceo, fa molto male, non solo al contatto, e al tatto risulta gonfio, teso e caldo. Non si tratta di cancrena o di nulla di simile, solo una piccola infiammazione, ma delle più dolorose, per le dita delle mani. Curabile ma delicata. Umidità eccessiva, insieme a diversi fattori che illustriamo, possono essere la causa principale di contatto diretto tra l'epidermide profonda e gli stafilococchi o gli streptococchi. Non dipende dalla pulizia e dall'igiene, anzi, al contrario, spesso il patereccio si contrae esattamente dopo aver rimosso pellicine, con troppa perizia (causando lesioni) oppure a causa del mordersi le pellicine o le unghie, oppure semplicemente per una coincidenza di infezione per contatto. Il primo rimedio più semplice è quello di fare dei bagni in acqua e sale, lasciando poi il patereccio all'aria ad asciugare, eventualmente coprendolo quando usate le mani o mettete le scarpe con della garza immunizzata. Si possono fare dei lavaggi superficiali con antibatterico o applicare una polvere antibiotica e antibatterica. Può essere utile un bell'impacco con acqua tiepida e malva, oppure un tritato di aglio e cipolla, infine, per chi davvero avesse un dolore insopportabile, l'applicazione di una crema di arnica e calendula, che oltre a disinfettare, lenisce il dolore. Se tutto ciò non dovesse sortire effetti entro 48 ore, cioè dopo 4 impacchi uno mattino e uno al pomeriggio, si consiglia una visit medica, poiché in quel caso non si tratta di patereccio, ma di altro. Come si distingue il patereccio da una comune infezione di diversa origine: il colore del gonfiore principalmente: pustole, colore blu, febbre, non sono tipici del patereccio, che è locale e che limita l'infiammazione a se stessa, non si espande poiché non si tratta di un virus pericoloso che colpisce tutto l'organismo, ma di un effetto solo locale, dunque se non si trattasse di patereccio l'aspetto delle dita sarebbe molto diverso, purulento e leggermente più ingrossato e teso.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Dalla gallery
Tutti più felici
Sondaggio

Il calciatore più sexy

partecipa al sondaggio e scopri il risultato
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.