Altri parassiti pericolosi- Seconda prima
Altri parassiti pericolosi- Seconda  prima
Ascaridi (Ascaris lumbricoides)

Gli ascaridi sono dei parassiti intestinali che nella loro forma adulta possono raggiungere anche i 25 cm di lunghezza. Anche l’infezione da ascaridi può rimanere a lungo nascosta, poichè i sintomi più frequenti sono la stanchezza e una tosse continua.

Nel caso degli ascaridi le uova dei parassiti intestinali penetrano nell’organismo soprattutto attraverso verdura e frutta non lavate. Le larve si schiudono nell’intestino tenue e attraverso le pareti intestinali entrano nel sistema circolatorio. Le larve dischiuse, attraverso il sistema circolatorio, arrivano ai polmoni e provocano tosse. Ingoiando gli sputi che si formano in conseguenza della tosse l’ascaride ritorna nel canale intestinale. Le uova dei parassiti intestinali vengono eliminate attraverso le feci. Quindi la fonte principale di contagio sono gli escrementi di persone infette. In casi gravi gli ascaridi possono provocare ceppi di infiammazione, la più frequente delle quali è la polmonite. Nella maggior parte dei casi però il malato non presenta sintomi, o meglio i sintomi sono così leggeri che il soggetto non pensa di aver contratto dei parassiti intestinali. Segnali frequenti possono essere anche il gonfiore di pancia, il mal di pancia, la diarrea, il prurito al naso o al retto o altri sintomi allergici.


Tenia (Taenia saginata, Taenia solium)

Le tenie sono parassiti intestinali diffusi in tutto il mondo, che possono raggiungere la lunghezza record di 9 metri.

I due tipi più frequenti di tenie sono la Tenia saginata e la Tenia solium. Entrambi i tipi di tenia si trasmettono attraverso il consumo di carne non cotta adeguatamente, penetrando così nel corpo umano. Le uova della tenia saginata si attaccano all’intestino tenue. Dopo tre mesi dalle uova si sviluppano i vermi adulti. La parte posteriore dei vermi adulti, piena di uova si stacca dal corpo e, attraverso le feci, va a finire nell’ambiente esterno. Al contrario le larve della tenia solium sono capaci di penetrare le pareti intestinali e quindi entrare nel sistema circolatorio. Le larve, attraverso il sistema circolatorio, passano nei muscoli e nel cervello dove sono capaci di attecchire. Nonostante la gravità della malattia questi parassiti intestinali non sempre provocano sintomi, in questo modo rimangono a lungo nascosti. I parassiti intestinali radicati nei muscoli provocano dolore muscolare. I parassiti intestinali che invece sono attecchiti nel cervello possono provocare anche attacchi epilettici. Questi parassiti sono visibili con le radiografia o l’esame CT. Sulla base di questi esami si può stabilire una diagnosi precisa.
I tipi di parassiti intestinali qui sopra elencati sono soltanto i più comuni, ma oltre a questi ve ne sono numerosi diffusi tra gli animali domestici e altri tipi più rari.
Prevenire e trattare l’infezione da parassiti intestinali
Il rischio di infezione da parassiti intestinali può sussitere anche se siamo molto attenti, ma se prendiamo delle precauzioni la probabilità di contagio si può ridurre.
Per prevenire il primo passo principale è la massima igiene personale. Dobbiamo insegnare questo il prima possibile anche ai nostri bambini. La cosa più importante è lavarsi le mani dopo aver usato il bagno, considerando che la maggior parte dei parassiti intestinali infettano in questo modo.
Se i parassiti intestinali o altre forme di parassita sono già entrati nell’organismo, allora la prevenzione non è più sufficiente. Dobbiamo uccidere i parassiti. L’organismo infatti è capace di liberarsi dal parassita solo in questo modo. Un metodo efficace è una pulizia del colon mirata con l’aiuto del Programma Clean Inside. Il trattamento contiene anche le capsule Parasic. Le capsule Parasic sono dei preparati antiparassitari naturali al cento per cento, che aiutano ad eliminare dall’organismo i vari tipi di parassiti intestinali e le loro uova.
Commenti
Non è stato pubblicato nessun intervento
Autore : Fortunato Romano
Dalla gallery
Dobbiamo fare qualcosa per salvare la nostra dignità!
Sondaggio

Il calciatore più sexy

partecipa al sondaggio e scopri il risultato
DONNISSIMA.it © 2001-2019
Nota Importante : DONNISSIMA.it non costituisce testata giornalistica,la diffusione di materiale interno al sito non ha carattere periodico,
gli aggiornamenti sono casuali e condizionati dalla disponibilità del materiale stesso.
DONNISSIMA.it non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.